KARL KAUTSKY – La dittatura del proletariato

Voglio leggere il libro in pillole

 

 

 

Valuto la scheda 1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...

 

La sintesi mi ha incuriosito. Desidero ordinare il libro a condizioni favorevoli

2 commenti su “KARL KAUTSKY – La dittatura del proletariato

  • Questo signore sembrerebbe veramente confuso: il capitalismo crea ricchezza, il proletariato vuole la proprietà privata, però il vero socialismo non si può realizzare con l’imposizione dittatoriale ma solo per via democratica. Effettivamente, tuttavia, è proprio quello che è successo e sta succedendo nel mondo occidentale, allettando un numero sempre maggiore di persone con prebende statali. Ma la democrazia (se la maggioranza può ledere i diritti individuali) in realtà è una forma di dittatura. Che poi il socialismo porti al disastro economico, questo signore da quanto scriveva sembra lo capisse senza capire di averlo capito.

    • Anch’io ho avuto la tua impressione, Maria. Kautsky probabilmente era inorridito davanti alle brutalità dei bolscevichi russi, ma non si rendeva conto che forse Lenin e Trotzky avevano più ragioni di lui nel richiamarsi all’insegnamento marxiano.

      E’ una disputa che assomiglia a quella sull’islam di oggi. Kautsky sosteneva che il “vero marxismo” era contrario alla violenza e alla dittatura, così come oggi c’è chi sostiene che il “vero islam” è una religione di pace.

Lascia un commento