SIGMUND FREUD – Psicologia delle masse e analisi dell’Io (1921)

In questo famoso saggio scritto nel 1921, tragico e profetico, Freud coglie importanti aspetti del momento storico, la disastrosa situazione alla fine della prima guerra mondiale e la gestazione dei movimenti totalitari di massa e dei conseguenti terremoti politici da esse provocati. L’obiettivo del fondatore della psicanalisi è quello di individuare cosa avviene nella psiche del singolo quando si trova all’interno di una massa. L’opera costituisce quindi un importante contributo alla comprensione dei meccanismi psicologici delle masse e un valido esempio di applicazione dei concetti della psicoanalisi alla sfera del sociale. Il giudizio di Freud sulle folle è sostanzialmente negativo. A suo parere, le masse non hanno mai provato il desiderio della verità. Chiedono solo illusioni, delle quali non possono fare a meno.

'La massa non cerca verità ma illusioni'

€ 11.00
10

Importanza

10.0/10

Pros

  • Trama di Guglielmo Piombini