DAVID FRIEDMAN – L’ingranaggio della libertà (1973)

L’ingranaggio della libertà è l’opera più nota di David Friedman, figlio del premio Nobel per l’economia Milton Friedman. Sostenendo una posizione molto più liberista di quella della del padre, David Friedman cerca di spiegare in modo convincente perché sarebbe desiderabile, e come potrebbe funzionare, una società anarco-capitalista in cui tutte le funzioni dello Stato vengono svolte da privati o imprese in concorrenza tra loro. Nel libro arriva a toccare ogni sorta di questione, dalla scuola, alla sanità, dalla previdenza, alla giustizia, dai trasporti, alla sicurezza, dalla tutela ambientale, ai mass media, dalla difesa nazionale ai tribunali, ed altro ancora. Ciò che Friedman comunica al lettore non è tanto l’idea precisa e definita di una società anarco-capitalista – e come potrebbe? – ma quante possibilità, opportunità e soluzioni, ci sarebbero in questo tipo di società, rispetto a quella attuale. E con tono colloquiale, aperto, riflessivo e ricco di spunti, espone alcune delle proposte più radicali che vi sarà mai capitato di leggere.

'Una società capitalista senza Stato sarebbe più giusta ed efficiente'

€ 16.50
8

IMPORTANZA

8.0/10

Pros

  • Trama di Pietro Agriesti e Guglielmo Piombini