LUIGI DI GREGORIO – Demopatìa (2019)

I libri che affrontano e analizzano i problemi relativi alla crisi e ai cambiamenti che hanno investito i sistemi democratici sono davvero numerosi. La maggior parte di questi sostengono che le cause della disaffezione verso la democrazia siano di natura squisitamente politica, e mettono al centro dell’analisi i governi e le classi dirigenti. Demopatia, al contrario, sostiene una tesi differente: secondo Luigi Di Gregorio, la crisi delle democrazie ha cause soprattutto socio-culturali e psico-sociali. La malattia democratica è innanzitutto una patologia che colpisce il demos, e solo di riflesso la politica. Questo libro, di alto valore scientifico, è al tempo stesso affascinante e, per certi aspetti, spiazzante. L’analisi di Di Gregorio è minuziosa e tagliente: Demopatia è uno dei migliori libri dell’anno e si candida a diventare un vero e proprio punto di riferimento non solo per i cultori della materia, ma per tutti coloro che intendono approfondire anche le ricadute psicologiche che hanno colpito la società con l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione.

'La democrazia è malata perché è malato il demos'

8

IMPORTANZA

8.0/10

Pros

  • Trama di Federico Cartelli