PARAG KHANNA – Connectography (2016)

Il nascente nuovo ordine mondiale richiede, necessariamente, un nuovo modo di interpretare la geografia: da quella politica e rigida, basata sui confini degli Stati, a quella funzionale e fluida, che segue processi di scambio commerciali, comunicativi e ingegneristici. È da questo inedito paradigma che muove l’analisi, molto vasta e approfondita, che il politologo Parag Khanna propone in Connectography. Di fatto, si tratta di un atlante che ricostruisce con dovizia di particolari i processi geopolitici postmoderni. La geografia, spiega l’autore, non è più un destino: al contrario, sarà la connettività a disegnare le nuove mappe globali. Grazie ai trasporti, alle comunicazioni, alle infrastrutture energetiche, e ancora ad autostrade, ferrovie, aeroporti, pipeline, reti elettriche, connessioni Internet, si sta costruendo un mondo basato sulle supply chain. Connectography è, dunque, un libro indispensabile per decifrare non solo il presente e il futuro delle relazioni internazionali, ma anche per capire l’approdo di questi numerosi cambiamenti che impattano in maniera profonda sul tessuto socio-economico.

'Le migliori mappe evidenziano fianco a fianco la geografia fisica e le connessioni fatte dall’uomo'

€ 26.00
8

IMPORTANZA

8.0/10

Pros

  • Trama di Federico Cartelli