GUGLIELMO FERRERO – Potere (1942)

POTERE

Potere, pubblicato da Guglielmo Ferrero nel 1942 durante il suo esilio in Svizzera, fornisce una visione illuminante delle dinamiche politiche che hanno sconvolto l’Europa negli ultimi secoli. Lo studioso italiano chiarisce la nozione della legittimità del Potere, e il suo legame con la paura. É un’opera dove la componente teorica è fortemente intessuta con l’esperienza di vita dell’autore, perché lo spaventoso scenario dei totalitarismi e della guerra servono per confermare le sue intuizioni. Ultimo affresco di una trilogia che comprende anche Avventura. Bonaparte in Italia del 1936 e Ricostruzione: Talleyrand a Vienna del 1940, Potere è l’opera di un avversario del fascismo e di tutti i totalitarismi, a suo avviso generati dalle derive della Rivoluzione Francese e dalla dittatura di Napoleone Bonaparte.

'Il Potere privo di legittimità è dominato dalla paura'

'Il Potere privo di legittimità è dominato dalla paura'
80

IMPORTANZA

8/10

    Pros

    • Trama di Stefano Bosi

    Cons