BERTRAND DE JOUVENEL – Il Potere (1945)

IL POTERE

Il Potere rappresenta uno degli studi più profondi sul processo di crescita dello Stato che ha caratterizzato la storia europea dalla fine del Medioevo ai tempi nostri. Bertrand de Jouvenel, scienziato sociale dai molteplici interessi, scrisse questo libro nel corso della seconda guerra mondiale, l’epoca in cui il Leviatano statale raggiunse la sua massima potenza concepibile. L’opera suscitò un interesse notevole nel mondo anglosassone. Negli Stati Uniti, in particolare, Il Potere venne letto come una conferma delle tesi contenute nel best-seller di Friedrich von Hayek, La via della schiavitù, uscito poco tempo prima. Lo stesso Hayek nel 1948 lo recensì entusiasticamente, definendolo «un grande libro … uno studio monumentale … una descrizione magistrale e spaventosa dei meccanismi impersonali con cui il potere tende ad espandersi fino a divorare l’intera società».

'La crescita del potere politico è stata inarrestabile'

'La crescita del potere politico è stata inarrestabile'
8

importanza

8/10

    Pros

    • Trama di Guglielmo Piombini

    Cons

    Un pensiero su “BERTRAND DE JOUVENEL – Il Potere (1945)

    I commenti sono chiusi.