LUJO BRENTANO – Le origini del capitalismo (1913)

Con queste riflessioni l’accademico tedesco Lujo Brentano intervenne nel grande dibattito sulle origini del capitalismo che si sviluppò nei primi decenni del ‘900, e che vide protagonisti studiosi del calibro di Werner Sombart, Max Weber, Richard H. Tawney, Henri Pirenne. Il libro raccoglie due saggi: “Gli inizi del capitalismo moderno”, che è il testo di un discorso pubblico tenuto il 15 marzo 1913, e “Commercio e capitalismo”, che può considerarsi come un commento al primo, del quale ribadisce ed illustra i risultati attraverso una stringente critica delle tesi di Werner Sombart. Secondo Brentano, premiato nel 1927 con il Nobel per la pace per la sua attività nel dopoguerra, il profitto capitalistico si realizzò per la prima volta nel commercio. Il capitalismo moderno nacque quindi in Occidente con il risorgere della circolazione monetaria, fatto che permise il superamento dell’economia naturale del feudalesimo. I primi centri motori di questo sviluppo furono le repubbliche marinare dell’Italia.

'Il capitalismo nasce nel Medioevo con il risorgere della circolazione monetaria'

'Il capitalismo nasce nel Medioevo con il risorgere della circolazione monetaria'
9

Importanza

9.0 /10

Pros

  • Trama di Guglielmo Piombini