DANTE ALIGHIERI – Monarchia (1310-1313)

MONARCHIA

La grandezza di Dante non si limita al campo letterario e poetico, ma anche alla riflessione politica. Il Monarchia ha avuto infatti una considerevole eco, per l’autorità dell’Autore, per gli argomenti svolti e soprattutto per le posizioni assunte. È scritto in un latino nitido, cristallino, stentoreo. Una delle caratteristiche che maggiormente colpiscono il lettore è la sistematicità dell’impianto: ci troviamo di fronte ad un trattato filosofico, con un linguaggio chiaro, logico e rigoroso. Se Aristotele è il riferimento filosofico per eccellenza dell’opera, Dante fonda i suoi argomenti anche sulle Sacre Scritture e su molti autori della classicità letteraria, da Virgilio agli storici romani come Tito Livio. Le risposte che ha dato alle questioni politiche non sono un semplice reperto storico, ma un tentativo coerente di risolvere i nodi del suo tempo.

'La monarchia universale consente la pace e la giustizia'

'La monarchia universale consente la pace e la giustizia'
9

importanza

9/10

Pros

  • Trama di Stefano Bosi