PAOLO ROSSI – I filosofi e le macchine 1400-1700 (1962)

I FILOSOFI E LE MACCHINE

Paolo Rossi è stato il maggior storico e filosofo della scienza del nostro paese, e le sue opere hanno dato un contributo importante alla storia della cultura scientifica. Grazie ad una trattazione chiara e ricca di esempi I filosofi e le macchine offre al lettore una visione ampia ed eterogenea di un periodo storico di portata rivoluzionaria per la storia della scienza: tra il XV e il XVII secolo infatti si gettarono le basi culturali e sociali su cui fu possibile avviare la rivoluzione scientifica e che per certi versi restano valide fino ai giorni nostri. Attraverso un’esposizione articolata e puntuale Paolo Rossi offre un quadro esteso, che comprende gli ambienti artistici, le corti, le botteghe, le accademie, le società scientifiche e, in parte minore, le università; analizzando i luoghi e i personaggi che direttamente o indirettamente, con consapevolezza o con altri intenti, contribuirono alla creazione di un nuovo tipo di sapere, basato anche sull’attività empirica, l’esperienza dei tecnici e il lavoro degli artigiani. L’autore presenta, con un racconto parcellizzato e onnivoro, un affresco storico vario e multidisciplinare.

'Nel '500 in Europa si verifica una nuova concezione della scienza'

7

importanza

7.0/10

Pros

  • Trama di Pietro Agriesti