GEORGE GILDER – Ricchezza e povertà (1981)

RICCHEZZA E POVERTA

Ricchezza e povertà di George Gilder interpretò alla perfezione lo spirito di rivolta dei ceti medi americani contro lo statalismo degli anni Settanta. Il libro uscì nei primi mesi del 1981, pochi giorni dopo l’insediamento di Ronald Reagan alla Casa Bianca, e fu il libro giusto al momento giusto. Vendette milioni di copie e diventò il manifesto della Reaganomics, incarnando lo spirito dell’epoca. Gilder, allora editorialista del Wall Street Journal, è stato l’autore più citato da Reagan durante la sua presidenza.

'L’assistenzialismo distrugge l’etica del lavoro'

'L’assistenzialismo distrugge l’etica del lavoro'
9

importanza

9/10

    Pros

    • Trama di Guglielmo Piombini

    Cons