EDWARD W. SAID – Orientalismo (1978)

ORIENTALISMO

Orientalismo (1978) è un’opera ambiziosa, che si propone di analizzare il modo in cui per secoli europei e americani hanno pensato e rappresentato il mondo orientale, e quello arabo in particolare. Said vuole evidenziare i limiti che per tanto tempo gli occidentali hanno dimostrato di non saper superare nell’occuparsi di Oriente e vuole mostrare i legami tra orientalismo, colonialismo e imperialismo occidentali. Si tratta di una lettura preziosa per la straordinaria capacità, non solo di far riflettere il lettore su quanto di stereotipato, ideologico, irrazionale e contraddittorio c’è nella rappresentazione occidentale dell’Oriente, ma anche di metterlo in guardia dal riduzionismo, quale che sia l’oggetto cui rivolge la propria attenzione. Orientalismo è una sfida intellettuale, di ampio respiro e grande intelligenza; è un richiamo al pensiero critico e consapevole; è un libro severo con l’occidente, ma non anti-occidentale; è un’opera seminale, che ha generato risposte positive e negative, e studi che ne hanno seguito l’esempio, e che è ormai entrata nel canone e non può essere ignorata.

'L'Occidente guarda l'Oriente con senso di superiorità'

'L'Occidente guarda l'Oriente con senso di superiorità'
9

importanza

9/10

Pros

  • Trama di Pietro Agriesti