JOSEPH E. STIGLITZ – La globalizzazione e i suoi oppositori (2002)

LA GLOBALIZZAZIONE E I SUOI OPPOSITORI

In questo libro Joseph E. Stiglitz si concentra, più che sulla globalizzazione dell’economia, sulla critica delle politiche perseguite dalle istituzioni economiche internazionali, in particolare dal Fondo Monetario Internazionale (FMI). L’accusa principale dell’autore è che queste istituzioni non fanno gli interessi dei paesi in via di sviluppo, ma quelli del loro maggiore azionista, gli Stati Uniti. Per i titoli che poteva vantare (era stato consigliere economico del presidente Clinton e aveva vinto il Premio Nobel per l’economia nel 2000) e per gli importanti ruoli che aveva ricoperto proprio all’interno delle istituzioni internazionali contestate (aveva lavorato alla Banca Mondiale dal 1997 al 2000, quando fu costretto alle dimissioni dal Segretario del Tesoro Lawrence Summers), la sua polemica suscitò una notevole risonanza.

'Le istituzioni economiche internazionali favoriscono i paesi ricchi'

'Le istituzioni economiche internazionali favoriscono i paesi ricchi'
9

Importanza

9/10

Pros

  • Trama di Guglielmo Piombini