FRANZ OPPENHEIMER – Lo Stato (1908)

THE STATE

Franz Oppenheimer, studioso tedesco di origini ebraiche, è stato uno dei maggiori sociologi della prima metà del XX secolo. Nel suo monumentale Sistema di sociologia ha edificato, in 4500 pagine, una teoria sociologica generale. Si tratta probabilmente del più elaborato trattato di sociologia che sia mai stato scritto. Di quest’opera monumentale è stata pubblicata una sintesi del secondo volume con il titolo Der Staat (Lo Stato). In questo scritto Oppenheimer spiega la nascita dello Stato con la conquista violenta ed elabora la fondamentale distinzione tra i due modi di acquisizione della ricchezza: i mezzi economici (la produzione e lo scambio) e i mezzi politici (il sequestro forzoso della ricchezza prodotta da altri). La sua concezione si inserisce quindi nel filone delle teorie conflittuali sull’origine dello Stato, delle quali il suo maestro Ludwig Gumplowicz era stato uno dei maggior propugnatori.

'Esistono solo due modi per acquisire la ricchezza: la produzione (i mezzi economici) o l’esproprio (i mezzi politici)'

8

Importanza

8.0/10

Pros

  • Trama di Guglielmo Piombini